• Tommaso Lombardi

L'AVVERSARIO | Pescara, quando l'equilibrio è un optional


È ancora vivo - e bruciante - il ricordo dell'unico inciampo nel percorso fin qui straordinario di questo Benevento dei record, ossia il pesante 4-0 maturato all'Adriatico a fine ottobre: nella notturna del "Vigorito" (a porte chiuse) arriva proprio il Pescara e, un girone dopo, la Strega ha la possibilità di chiudere il cerchio, riscattando quel ko e mettendo un ulteriore sigillo verso una promozione in Serie A che attende ormai solo la certificazione della matematica. 

Quella partita, unica macchia per la corazzata di Inzaghi, viceversa ha rappresentato su sponda abruzzese uno dei pochi acuti nella stagione fin qui deludente di una squadra che è solo l'ombra di quella brillante che nella passata stagione si era spinta fino alla semifinale playoff. Un Pescara, peraltro, che rispetto a quello della gara d'andata ha di recente cambiato guida tecnica, con l'arrivo in panchina di Nicola Legrottaglie al posto dell'esonerato Luciano Zauri

L'ex terzino di Atalanta e Lazio ha pagato, nella prima parte di torneo, il grave infortunio occorso al giovane centravanti Tumminello (rottura del crociato), che doveva raccogliere l'eredità di Mancuso ed essere la punta di diamante dell'attacco biancoazzurro, e le difficoltà del gioiello scuola Napoli Palmiero nel sostituire un perno come Brugman e prendere in mano le chiavi del gioco della squadra. Cosicché i biancazzurri si sono retti a lungo soprattutto sulla vena realizzativa di Galano (12 centri finora per lui) e di Machin (7 reti - tra le quali una doppietta proprio contro il Benevento all'andata - prima di passare al Monza nel mercato di gennaio), sull'esperienza dell'ex giallorosso Memushaj e sulla scoperta e inserimento in pianta stabile in prima squadra, e spesso tra i titolari, di giovani talenti come il centrale scuola Atalanta Bettella, i terzini Zappa e Masciangelo e gli attaccanti Borrelli e Bocic

Il risultato di questo mix, tuttavia, non poteva che essere un cammino altalenante che al momento fa stazionare gli abruzzesi nel mucchione di metà classifica, in quella "zona di confine" che consente sì di coltivare speranze playoff ma che al tempo stesso obbliga a guardarsi sempre le spalle per non precipitare di colpo nella bagarre in lotta per la salvezza. Nemmeno la scommessa, l'ennesima del vulcanico presidente Sebastiani, di affidare la panchina a Legrottaglie (come Zauri, anche lui promosso dalla Primavera e alla prima vera esperienza da allenatore) sembra aver invertito questo trend: con l'ex difensore della Juve sono arrivate subito due vittorie, seguite poi da tre ko di fila prima della vittoria casalinga di domenica scorsa contro l'Ascoli che aveva momentaneamente dato respiro a una situazione preoccupante. Mercoledì, però, ecco la nuova sconfitta nel turno infrasettimanale di La Spezia a rimescolare tutto. I numeri, del resto, fotografano bene la condizione di una squadra parecchio naif e priva di equilibrio: il Pescara raramente pareggia (solo il Crotone finora ha collezionato meno segni X degli adriatici), segna molto (quarto miglior attacco del torneo) ma subisce altrettanto (quartultima difesa). Difficilmente, insomma, la surreale sfida in un "Vigorito" deserto terminerà con le reti inviolate. 

Possibile formazione Pescara:

(4-3-3) Fiorillo; Bettella, Campagnaro, Scognamiglio, Masciangelo; Busellato, Memushaj, Melegoni; Galano, Borrelli, Clemenza. 

All. Legrottaglie

Squalificati: Drudi, Palmiero

Indisponibili: Zappa?, Del Grosso?, Bocic?, Elizalde, Balzano, Chochev, Kastanos, Di Grazia, Pucciarelli, Tumminello

(Foto: PescaraCalcio.com)

#PescaraCalcio #scheda #NicolaLegrottaglie #BeneventoPescara #SerieB #BeneventoCalcio

62 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com