• Redazione

Vigorito: «Con Inzaghi un rapporto d'affetto. E sul futuro dei campionati dico che... »

A SkySport24, è intervenuto quest'oggi in collegamento video Oreste Vigorito. Diversi gli argomenti affrontati dal presidente del Benevento, partendo dalla stagione da record della sua squadra:


«Credo che i record siano sempre la conseguenza di una programmazione, ma in questo caso anche con la coincidenza di tanti fattori. Abbiamo miscelato l'entusiasmo del pubblico che voleva tornare in A, la ferrea determinazione di Inzaghi che è una cosa che probabilmente ha nel Dna da quando è nato, l'entusiasmo e la competenza del Ds Foggia e una società che negli ultimi anni sta provando a darsi una veste organizzativa degna di palcoscenici superiori. Il cocktail ha tirato fuori un ottimo prodotto. Con Inzaghi ho dimenticato che si tratta di un allenatore, sembra che ci siamo conosciuti da ragazzi. Lui si rivolge a me con lo stesso affetto col quale vive la sua famiglia, è un ragazzo con i valori di una volta e su questo piano ci siamo incontrati».


Sul futuro dei campionati la posizione del patron giallorosso è ancora una volta chiara:

«Io credo che il calcio debba essere visto come un'azienda e non solo come sport. Il calcio è un fenomeno sociale ed economico, noi adempiamo alla funzione sociale. Sul piano economico il calcio è sostenuto dai presidenti delle società che, guarda caso, sono anche degli imprenditori, alcuni di livello nazionale, per cui questa crisi economica toccherà anche le aziende che mantengono il calcio. Se non si capisce questo e si pensa di chiudere la saracinesca del negozio dalla sera alla mattina, è chiaro che all'interno i prodotti andranno in scadenza e poi li butteremo tutti».


Sul tema della riduzione degli ingaggi:

«Noi non pensiamo che si possa fare un taglio con una percentuale che poi dobbiamo applicare. Il diritto alla rinuncia al salario è soggettivo e non può essere calato dall'alto ma dev'essere controfirmato dal calciatore. Il rapporto è tra la società e il proprio tesserato. Aggiungiamoci poi le varie situazioni personali: ci sono calciatori ad inizio carriera, a fine carriera e calciatori nel mezzo che hanno anche un valore di mercato. Non si può imporre a tutti la stessa percentuale. Credo che sia il momento di delegare una convenzione generale, condivisa da tutte le autorità, prendendo per mano tutte le parti interessate. L'azienda calcio prima o poi ripartirà perché l'uomo ha sempre inseguito nuovi traguardi, il problema sono le aziende che sostengono il calcio che dovranno avere una ripresa lenta, dovranno fare i conti con la crisi e che dovranno anche continuare anche a sostenere il calcio. Per fare questo dobbiamo dare tutti il proprio contributo come per le tasse, in maniera proporzionale. Lunedì ci sarà un'assemblea di Lega nella quale verrà fuori un regolamento quadro all'interno del quale ogni presidente dovrà fare il suo lavoro con la propria realtà calcistica. Questo è l'indirizzo che discuteremo e mi auguro che tutti i colleghi presidenti siano d'accordo su questa linea che il direttivo ha approvato qualche giorno fa».


#OresteVigorito #BeneventoCalcio #SkySport #SerieB #FilippoInzaghi


105 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com