Bari, adesso è finita. Il club pugliese saluta il calcio professionistico

16.07.2018

 

E' un giorno triste per Bari e per tutto il calcio italiano, che perde una società gloriosa e una piazza appassionata come poche dopo 110 anni di storia.

 

"La sconfitta di un'intera città", ha detto sconsolato il sindaco Antonio De Caro, che si è adoperato fino all'ultimo per trovare una soluzione, nei limiti (e forse oltre) delle sue competenze.

 

Andiamo con ordine: dopo che la Co.Vi.So.C quattro giorni fa aveva escluso dal prossimo campionato il club pugliese (insieme al Cesena e all'Avellino), si attendeva fino alle 18 di oggi la ricapitalizzazione necessaria per presentare entro un'ora successiva il ricorso contro la mancata iscrizione in B. Ma, dopo ore convulse, i due nuovi soci (Andrea Radrizzani, già proprietario del Leeds United, e l'imprenditore barese Ferdinando Napoli) che sarebbero dovuti intervenire con 3 milioni di euro per rilevare il 70% circa della società, si sono disimpegnati. Troppo poco il tempo a disposizione per visionare con calma i conti della società, e nel frattempo dopo una prima analisi sarebbero spuntati nuove voci di ulteriori debiti: questo avrebbe fatto allontanare i due nuovi potenziali acquirenti. Nel frattempo il presidente uscente Cosmo Giancaspro e il resto del CdA si era dimesso, su pressioni della piazza e del sindaco De Caro (che ha fatto da garante), per consentire l'ingresso dei nuovi acquirenti. Nessuna ricapitalizzazione quindi, e tempo scaduto: si va verso la messa in liquidazione della società e i libri in tribunale, col successivo fallimento. 

 

L'FC Bari 1908, dopo 110 anni di storia, nobilitati da 30 campionati di Serie A e 46 di Serie B, dice così addio al calcio professionistico: ripartirà dal campionato Dilettanti, se riuscirà a mettere in piedi una nuova società, mentre alcuni già profilano una fusione col Bisceglie per ripartire quantomeno dalla Serie C (ipotesi non sappiamo quanto percorribile e sicuramente non gradita dalle rispettive piazze). 

 

Ad ogni modo, è stata una giornata drammatica per il calcio italiano, che perde tre piazze storiche come CesenaBari e in Serie C la Reggiana. Inoltre, è ancora da approfondire la situazione dell'Avellino: secondo Sky, il ricorso presentato dalla società irpina sembra essere incompleto, cosicchè anche i "lupi" rischierebbero di non essere ammessi al prossimo campionato cadetto.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com