QUOTIAMOCI | Per ripartire, la Strega punta tutto su Coda e Asencio

22.12.2018

 

 

Dopo la trasferta di Cosenza, non facilmente valutabile per le discutibili condizioni del terreno di gioco oltre all'ormai solita carenza di uomini, il Benevento torna in campo di nuovo contro una calabrese e, questa volta, lo fa tra le mura amiche contro una rivale storica: il Crotone di mister Oddo. Nonostante il cambio alla guida tecnica, il momento dei rossoblù non è dei migliori e lo dicono sin da subito le quote dei bookmaker.

 

Basta dare un'occhiata al segno finale del match e si può immediatamente notare che la vittoria della Strega è quotata a 1,80, cifra che permette alla probabilità di vittoria dei sanniti di sfondare la mezzeria (non avveniva dalla gara contro l'Ascoli di 50 giorni fa) e stazionarsi al 52%. Il pareggio è a 3,35 con probabilità del 28% e, infine, il colpaccio dei pitagorici a 4,75 (probabilità del 20%).

 

Guardando al resto della 17^ giornata di serie B, il Benevento è, fra le casalinghe, la seconda più favorita. Una quota migliore per una vittoria interna la presenta solo il Lecce che accoglie il Padova al Via del Mare (1,65), mentre leggermente meno favorita della Strega è la Cremonese, che ospita il Carpi (quota 1,83 per una vittoria dei grigiorossi).

 

 

Per quanto concerne il numero totale di reti, il Benevento conferma la nuova impressione che la vede squadra da under 2.5, evento quotato a 1,75 (prob. 52,7%) contrariamente all'over 2.5, pagato 1,95 volte la posta (prob. 47,3%).

Riguardo all'evento gol (entrambe le squadre devono siglare una rete) regna la più totale indecisione da parte degli allibratori, con un quasi fifty-fifty di probabilità che va avanti da diversi incontri a questa parte.

 

 

Spulciando la lavagna alla sezione risultati esatti, individuiamo una prima fascia di risultati altamente probabili costituita dall'1-0 e dall'1-1, entrambi pagati 6,5 volte la posta e con l'11% di probabilità.

La seconda fascia, di risultati mediamente probabili, si estende dal 2-1 (a 8,25, prob. 8,7%) al 2-0 e allo 0-0 (entrambi a 8,50, prob. 8,4%).

Nelle prime 5 posizioni, quindi, si registrano 3 score favorevoli ai giallorossi e 2 pareggi. Nell'ultima fascia, quella dei punteggi meno probabili, si distinguono lo 0-1 a 12 (prob. 6%), primo risultato che premierebbe gli squali, il 3-1 a 14 (prob. 5,1%) e tre score a 15 (prob. 4,8%): il 3-0, l'1-2 e il 2-2.

 

 

Concludiamo la nostra usuale carrellata di "pezzi" di lavagna con uno sguardo ai probabili marcatori. Le sorprese di giornata sono due: la prima riguarda Massimo Coda e la seconda Raul Asencio. Il centro-boa cavese, che ha sempre avuto come quota di marcatura 2,75 al Vigorito, aveva visto ridursi la fiducia dei bookmaker nella sfida contro il Verona (quota di marcatura lievitata a 3,25), a ragion veduta verrebbe da dire dopo il rigore miseramente fallito. Ebbene, dopo solo un turno di campionato, la tendenza sembra completamente invertita e l'ex Salernitana raggiunge il minimo stagionale come quota di marcatura (2,50) e, di converso, il massimo stagionale come probabilità di marcatura (28,6%). Era accaduto soltanto nel match contro l'Ascoli e lì avevano avuto ragione gli allibratori: al di là della sconfitta del Benevento per 2-1, il gol di Coda era arrivato dopo soli 2 minuti di gioco.

Un altro che non vedeva da parecchio la sua quota di marcatura scendere al di sotto di 3,75 era l'attaccante spagnolo Raul Asencio. Unica eccezione, anche per lui, la gara contro l'Ascoli, in cui una sua rete era stata quotata a 3. Per la partita contro il Crotone si parla del 23,5% di probabilità di marcatura per la prima punta in prestito dal Genoa e una quota di 3,25. Alla sua stessa quota rintracciamo gli avanti ospiti Budimir e Simy.

Un altro che si avvicina alla porta è Riccardo Improta, fresco di compleanno, che scende da 4 a 3,50 (prob. di marcatura dal 20 al 22,2%) e questa variazione ci risulta di difficile comprensione se rammentiamo che l'esterno puteolano recentemente ha registrato un arretramento del suo raggio d'azione nel nuovo modulo disegnato da mister Bucchi (con conseguente incremento delle sue quote di marcatura intorno al 4). Che i bookmaker non abbiano intravisto all'orizzonte un nuovo cambio di modulo con un ritorno di Improta come esterno d'attacco? Oppure la variazione è dovuta all'abilità dell'ex Bari nelle fasi di contropiede che potrebbero caratterizzare l'incontro?

Lasciando al campo l'ardua sentenza, proseguiamo con la lista. A quota 4 (prob. 20%) si completa il plotone degli attaccanti giallorossi con Insigne, Ricci e Buonaiuto, accompagnati dai rossoblù Stoian e Spinelli.

A quota 5 (prob. 16,7%) troviamo Firenze e a 6 (prob. 14,3%) Molina.

Un po' attardati i centrocampisti dei sanniti rispetto agli ospiti: a quota 7 (prob. 12,5%) figurano Tello e il finalmente ritrovato Lorenzo Del Pinto.

 

 

Nonostante numerosi paralleli e similitudini, in ambito di quote, fra questa gara e quella contro l'Ascoli e i misteri su alcune quote di marcatura attuali che non siamo riusciti a disvelare, ci auguriamo che il risultato finale possa essere diverso da quello visto contro il Picchio e che le agenzie di betting non abbiano previsto bene soltanto i marcatori, come avvenne in quel poco felice 3 novembre contro i bianconeri, ma anche e soprattutto il segno finale del match.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com