'Caporetto' Benevento, una partita specchio della stagione | Le pagelle finali

26.05.2019

 

La Strega abbandona i sogni di gloria e si consegna nuovamente alla cadetteria disputando una gara suicida che trova nel finale di primo tempo l'inizio del suo nefasto epilogo, con gli errori di Montipò che invertono l'inerzia della gara sia dal punto di vista numerico che da quello, forse ancora più importante, psicologico. Alla fine la squadra sannita vive la sua prima vera e propria "Caporetto" in Serie B e non approda clamorosamente ma tutto sommato anche giustamente alla finalissima di questo equilibrato torneo, confermando così di essere ancora una volta compagine fragile soprattutto come detto dal punto di vista mentale, cosa che ha caratterizzato tutte le fasi più importanti del suo campionato e che ha portato purtroppo a questo inevitabile epilogo!

  

Adesso i giudizi...


Montipò 3

Quando gli errori valgono un intero campionato non ci sono attenuanti di sorta, adesso il giovane numero uno giallorosso deve però al più presto mettersi questa orrenda serata alle spalle e ripartire più forte di prima. Ma il giudizio per questa gara deve essere purtroppo ed inevitabilmente senza appello!

 

Maggio 6+

Ha giocato una gara così come si doveva giocare con grinta e voglia di dare tutto fino alla fine, cosa che non tutti i suoi compagni hanno dimostrato di riuscire a fare in questa occasione. Avesse giocato così per tutto il campionato adesso non staremmo a parlare di un'annata sottotono da parte sua ma così non è stato purtroppo e in ogni caso di sicuro anche in questo frangente non è bastato!

 

Volta 6

Anche se la squadra prende tre gol non si possono addossare solo ai centrali di difesa questa volta tutte le colpe. La sua è una gara onesta senza grosse macchie, ci mette fisico e cuore ed ha l'attenuante di non essere protagonista in negativo degli episodi del finale del primo tempo che cambiano volto alla partita. Prova a colpire proponendosi in area avversaria su tutti i calci piazzati ma con scarsi risultati. Confermando la sensazione forte che proprio non c'era verso di invertire la direzione che aveva preso l'incontro.

 

Caldirola 6+  

Come e ancor meglio del suo compagno di reparto rispetto al quale può vantare piedi più educati, attento nelle coperture quando la squadra era sbilanciatissima in attacco nel tentativo di riacciuffare la qualificazione e propositivo quando si è trattato di  traghettare la palla dalla propria area verso quella avversaria. Anche qui però tutto inutile, alla fine non si è cavato il cosiddetto ragno dal buco! Da quando è arrivato a gennaio ha comunque disputato un ottimo torneo ed è sicuramente un giocatore su cui bisogna puntare per ripartire nella prossima stagione!

 

Letizia 5

Gara opaca del terzino campano che sulla scia delle sue ultime non brillanti  prestazioni, anche stavolta disputa una partita insufficiente con sgroppate molto spesso inconcludenti sulla sua fascia che hanno portato davvero pochi pericoli alla porta avversaria. Insomma una sintesi del suo non felicissimo campionato di quest'anno! 

 

dal 65' Asencio 6

Prova con la sua forza fisica e i suoi colpi di testa a cambiare le sorti della contesa ma è tutto inutile, il suo furore agonistico purtroppo non è bastato!

 

Tello 4

Nel corso della gara si è come sempre dannato l'anima nel tentativo di filtrare l'azione avversaria e ripartire, si è spesso trovato nelle condizioni di ricevere palla (probabilmente anche come azzeccata scelta tattica dei veneti) ma in questo modo sono ulteriormente emerse la sue evidenti lacune tecniche con errori a volte grossolani in fase di costruzione. Un giocatore insomma che una squadra che aspira ad occupare stabilmente la prima fascia di questo campionato non può sicuramente permettersi di avere, a mio parere, nel proprio centrocampo quantomeno nell'undici titolare! 

 

Viola 6+

Un po' per sue colpe, un po' per la bravura tattica di Venturato (a proposito, fossi in Vigorito e Foggia ci farei un pensierino per il prossimo anno) non ha indubbiamente reso come ci si aspettava in queste due gare dei playoff, imbrigliato spesso dall'ottimo pressing alto condotto dai veneti bravi a limitarne le giocate in tutte le zone del campo. Ciò comunque non ha impedito ad un giocatore della sua bravura di mettere in area avversaria un buon numero di palle tagliate e potenzialmente pericolose, in una delle quali aveva anche trafitto il portiere ospite direttamente da calcio d'angolo, con la rete inspiegabilmente annullata dall'arbitro probabilmente per un fallo di "confusione" in area. In ogni caso anche se in questa stagione per vari motivi non abbiamo visto il giocatore che tutti conosciamo l'auspicio è che si riparta il prossimo anno con giocatori di qualità (che in alcuni ruoli forse in questa stagione è mancata): di conseguenza se si parla di qualità, un giocatore bravo tecnicamente come lui non potrà necessariamente mancare nella rosa giallorossa del prossimo campionato! 

 

Bandinelli 5

Impalpabile anche in questa occasione, come per larghi tratti di questo torneo, non ha inciso minimamente nel corso di questa importantissima sfida non provando mai una giocata degna di questo nome che cambiasse l'inerzia negativa che aveva preso la gara. Si è limitato al compitino fino alla sostituzione. A mio avviso una delle delusioni di questo campionato!

 

dal 55' Buonaiuto 5,5

Entra come sempre con la voglia di spaccare il mondo ma questo spesso lo porta a scelte di gioco affrettate e pasticciate. Anche per il pupillo di mister Bucchi comunque non una grande annata nel Sannio!

 

Ricci 5+

Anche lui autore di una prestazione non bella, in cui si è dimostrato quasi sempre poco lucido nelle giocate e mai pericoloso in fase di finalizzazione, una partita che doveva proporlo tra i big di questa squadra e che invece ha rispecchiato fedelmente il rendimento di tutta la sua non felicissima stagione in maglia giallorossa, le sue potenzialità sono sicuramente ben altre ma alla fine è andata così... Peccato!

 

dal 46' Improta 5+

Entra ad inizio ripresa coprendo l'ennesimo ruolo e porzione di campo di questo suo sciagurato torneo, riconfermandosi per volere di Bucchi come il vero e proprio jolly di questa rosa. Poi svaria un po' per tutto il fronte d'attacco nel disperato tentativo di trovare la giocata giusta che però non arriverà mai. La storia di questa sua annata dice questo e lo consegna (anche per colpe non sue) ad una stagione dal rendimento sicuramente mediocre!

 

Coda 5,5

Ha sofferto più di quanto si pensasse l'assenza del suo partner d'attacco Armenteros non riuscendo quasi mai questa volta a scivolare alle spalle della difesa avversaria per rendersi veramente pericoloso. In realtà aveva cominciato anche bene la gara facendo spesso da sponda per i compagni e marcando la sua presenza in attacco, poi però, quando la partita si è messa male, anche lui si è sciolto come neve al sole, non riuscendo mai a trovare una giocata veramente risolutiva degna di un giocatore del suo calibro da 22 gol in campionato per intenderci. Sicuramente comunque merita un plauso per quello che ha fatto nell'arco di tutta la stagione e l'attacco del prossimo anno non potrà che ripartire da lui!

 

Insigne 6,5

Il migliore (o se volete il meno peggio) del Benevento in campo in questa sciagurata sfida contro il Cittadella. Ha provato in tutti i modi fino a che le forze lo hanno sorretto a fare male all'avversario con giocate di qualità, soprattutto nel primo tempo, sia con conclusioni dirette in porta che con precise imbeccate per i propri compagni di squadra. Da lui di più (anche per il contesto negativo che era maturato in campo) non si poteva pretendere. Anche a lui va un plauso per il campionato condotto in cui, pur non giocando moltissimo, ha assicurato alla squadra un buon numero di gol e sopratutto di assist! Meritandosi a mio avviso (De Laurentiis permettendo) la riconferma!

 

Bucchi 5

Il voto è il compendio di tutto un campionato che comunque ha visto la sua squadra giocarsi quasi fino alla fine una promozione diretta in massima serie con la conquista di una semifinale dei playoff. Detto questo è incontrovertibile che pur avendo in mano una rosa di qualità non è riuscito a forgiare una squadra degna delle sua potenzialità, cambiando troppo spesso sia modulo che uomini nel corso di tutta la stagione e dimostrando probabilmente di non avere ben chiara un'idea di squadra da proporre con una certa coerenza e continuità. Questo ha avuto conseguenze e lo si è pagato soprattutto durante la stagione regolare in cui si sono susseguite le occasioni per dare una svolta vincente al torneo andate puntualmente fallite! L'impressione è che a prescindere dalla pessima gara contro il Cittadella l'idea di calcio di Bucchi non sia piaciuta né alla tifoseria né tantomeno alla dirigenza e la sensazione forte che si ha è che quella di ieri sia stata probabilmente l'ultima sua partita da allenatore del Benevento Calcio! Amen!

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com