Gli auguri al Benevento di Pedro Mariani e Serena Spatola

06.09.2019

 

 

Nel giorno del 90° anniversario del Benevento, iniziano ad arrivare le prime testimonianze d'affetto e i messaggi di auguri di chi ha legato in maniera indissolubile il proprio nome ai colori giallorossi. Qui raccogliamo quelli di due tra i protagonisti più amati della storia recente della Strega e del calcio sannita: Pedro Mariani e Serena Spatola

 

Questo il post pubblicato stamattina su Facebook dallo storico capitano:

 

Ho estrapolato,tra le tantissime foto di cui sono in possesso,questa. Con un mazzo di fiori,e il sorriso fiero, le stesse espressioni che si hanno quando si porgono gli auguri a qualcuno/a che reputiamo speciale,unico/a .. ho pensato x due o tre giorni cosa scrivere,quale frase potesse esprimere esattamente,precisamente,opportunamente ciò che sei stata e hai rappresentato x me in 13 anni dì militanza sannita,ma niente,tutte le frasi e le parole mi sembravano banali,semplici,non idonee e in linea con il sentimento che nutro.alla fine ho dedotto, mi sono accorto che nulla andava bene ,nessuna parola poteva rendere onore al sentimento ,ancora oggi vivo nei tuoi confronti !!!! E allora oggi,come si fa verso una mamma,ti porgo il mio mazzo di fiori strega mia,ti bacio e ti abbraccio forte a me!!! Ma oggi il mio pensiero va anche e soprattutto a tutti quei simboli,siano essi allenatori ,dirigenti,presidenti,giocatori,magazzinieri,addetti a campo,uomini e amici che non ci sono più,che dio vi abbia in gloria,la stessa gloria che prego riservi il buon Dio a te strega. Con tutto l’amore possibile ,Auguri strega..PEDRO 

 

Ecco, invece, il toccante ricordo di Serena Spatola, figlia dell'ex presidente Pino e dirigente dell'allora Sporting Benevento:

 

Caro Benevento...hai quasi 90 anni. Manca poco. Il mio ricordo di te, da bambina, comincia con mio padre (beneventano doc) che ci portava al Santa Colomba (“ceci e i sementi” avevano un sapore così buono).

Mi chiedevo spesso perché, il mio papà, nato a Benevento...quando ci portava nella sua città, invece di portarci a casa dei parenti...ci portava allo stadio. Solo col tempo ho scoperto che, rimasto orfano, erano pochi i parenti in città. Quella, quindi, era la sua casa.

Diversi anni dopo...nel 2001 ci fu un “richiamo” fortissimo. Una sera riunì tutta la famiglia e disse: “il Benevento è in difficoltà, da tifoso sto male, devo fare qualcosa”. Noi (io, mia mamma e i miei fratelli) ci guardammo pensando che fosse totalmente impazzito. E chissà, forse lo era davvero.

Fatto sta che, alla luce di tutto ciò che poi è stato (e pure ciò che NON È STATO) c’è soltanto una spiegazione: la PASSIONE.

Perché ...se poi ti lasciano solo (nonostante le promesse), subisci un FURTO CLAMOROSO, ti accusano di aver preso soldi dalla tua stessa Società (di cui eri unico socio-finanziatore) subisci un’ingiustizia assurda, affronti processi, ingiurie e cattiverie...ma il tuo unico pensiero è che, il 6 settembre 2019, rivedi la tua città e i tuoi AMICI e FESTEGGI IL BENEVENTO...o sei pazzo per davvero o sei inguaribilmente INNAMORATO. 

 

 

(Foto: profilo Facebook di Pedro Mariani) 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com