Il "Vigorito-Santa Colomba" compie 40 anni: il Benevento festeggia la sua casa

09.09.2019

 

 

A soli  tre giorni di distanza dalle grandi celebrazioni per il 90° anniversario del club, c'è un'altra data simbolica che merita oggi di essere ricordata nell'ambiente giallorosso: la casa, o per meglio dire l'arena, che accompagna le gesta del Benevento Calcio compie infatti 40 anni tondi tondi.

 

Il 9 settembre del 1979 veniva inaugurato lo stadio "Santa Colomba" (dal 2010 poi intitolato alla memoria del compianto Ciro Vigorito): l'impianto, che prese il nome originario dalla strada in cui è ubicato (appunto, via Santa Colomba) e che sorge sulla riva sinistra del fiume Sabato, andò a sostituire il glorioso ma ormai piccolo e obsoleto stadio "Meomartini" (ex campo di Santa Maria degli Angeli) che per cinquant'anni era stato il teatro delle gesta del calcio cittadino, fin dai suoi albori. La costruzione del più grande e moderno "Santa Colomba", stadio all'avanguardia per i canoni dell'epoca e che pochi anni dopo infatti avrebbe ispirato al 90% il progetto del "Nuovo Romagnoli" della vicina Campobasso, aprì invece una nuova era per il pallone beneventano proiettandolo in una dimensione più consona alle aspirazioni di un club che solo tre anni prima aveva sfiorato la Serie B ma che poi in realtà avrebbe dovuto aspettare ancora a lungo prima di assaporare il grande calcio. Ma questa, ovviamente, è tutt'altra storia...

 

Il "Santa Colomba" vide ufficialmente la luce il 9 settembre 1979 con la disputa di un incontro amichevole contro l'Ascoli, non a caso la squadra presieduta dal celebre cavaliere Costantino Rozzi che si era occupato con le sue ditte della costruzione dello stadio sannita (e non solo). La partita, giocata di fronte a 20mila spettatori in un giorno di festa per tutta la città, si concluse col punteggio di 1 a 1 e il primo storico gol nel nuovo impianto fu messo a segno al 27' del primo tempo dal difensore giallorosso Paolo Saviano. Il match fu preceduto dallo spettacolo dei paracadutisti che si esibirono nel cielo di Benevento per poi atterrare in mezzo al campo, e dalla successiva liberazione sul terreno di gioco di cento colombe bianche in segno di buon auspicio inaugurale.

 

Come accennato prima tuttavia, anche lo stadio, in parallelo con la squadra che ospitava, avrebbe conosciuto in seguito frequenti periodi di decadenza: tanti campionati anonimi tra terza e quarta serie, un paio di retrocessioni, due fallimenti, sconfitte dolorose ai playoff; il tutto alternato solo da sporadiche gioie come la promozione in C2 del '94 o la conquista del primo playoff per la B nel 2004.

 

Fino all'avvento dell'era Vigorito, che avrebbe ridato lustro al club giallorosso non soltanto col raggiungimento di vette sportive mai toccate prima ma anche allo stadio stesso, con i costanti lavori di ammodernamento apportati negli anni che lo hanno trasformato nel gioiellino che è oggi e che tutta Italia nell'ultimo periodo ha avuto modo di apprezzare. Un gioiellino che, in attesa di accompagnare il Benevento verso i nuovi ambiti traguardi, si candida anche nel futuro prossimo ad ospitare finalmente un match della Nazionale maggiore. 

 

E allora, è proprio il caso di dirlo... 40 anni e non sentirli! 

Buon compleanno, stadio "Vigorito-Santa Colomba"!

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com