La Curva Sud ricorda Federico Aldrovandi a 14 anni dalla morte

25.09.2019

 

 

Nel pomeriggio di oggi di fronte la tribuna dello stadio "Vigorito" è stato affisso uno striscione recitante la scritta "ALDRO VIVE" e rivendicato dagli ultras della Curva Sud Benevento, come dimostrano le foto postate sui canali social Facebook e Instagram del tifo organizzato giallorosso. Molti, transitando in macchina o a piedi nello spiazzale antistante lo stadio si saranno forse distrattamente chiesti il significato di quelle due parole bianche su sfondo rosso: il riferimento è a Federico Aldrovandi, 18enne studente di Ferrara (e tifoso della SPAL) che la notte del 25 settembre 2005, rientrando da una serata trascorsa con amici a Bologna, perse la vita in seguito a una violenta colluttazione con la polizia che lo aveva fermato per un controllo a poche centinaia di metri da casa sua. Il controverso caso giudiziario di Aldrovandi ebbe in seguito grande attenzione mediatica anche per i diversi punti oscuri della vicenda mai del tutto chiariti e portò, nel 2009, alla condanna di quattro poliziotti a 3 anni e 6 mesi di reclusione (pena scontata per soli 6 mesi grazie all'applicazione dell'indulto e confermata poi dalla Cassazione nel 2012).

 

La famiglia di Federico in questi anni ha sempre strenuamente lottato per cercare la verità sulla morte del proprio ragazzo e per chiedere giustizia, mentre gli ultras della SPAL da allora portano in giro per l'Italia un bandierone raffigurante il suo volto - il cui ingresso negli stadi è stato peraltro spesso proibito dalle Forze dell'ordine -. E stasera, in occasione del match casalingo contro il Lecce allo stadio "Mazza", la Curva Ovest ha dedicato una coreografia ad Aldrovandi (foto in basso), nel giorno del 14° anniversario della sua morte: “È un simbolo d’amore, di lotta, di giustizia. Non diteci che non c'entra col calcio. Abbiamo ritenuto doveroso cogliere questa occasione per mostrare a tutta Italia il volto di un ragazzo che è divenuto nel corso degli anni, anche per il comportamento esemplare sempre tenuto dalla sua straordinaria famiglia, un simbolo della nostra città”, queste le parole scritte dagli ultras spallini nei giorni scorsi.

 

 

Una memoria, quella di Federico Aldrovandi, che a distanza di 14 anni rimane sempre viva e che unisce varie tifoserie di tutt'Italia, come dimostrato stasera dal piccolo ma significativo omaggio della Curva Sud Benevento.

 

(Foto copertina: pagina Instagram Curva Sud Benevento

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com