Inzaghi carica: «Vincere domani per chiudere un ciclo. Facciamo pesare il fattore campo»

28.09.2019

 

Conferenza pre gara quest'oggi per Pippo Inzaghi. Il tecnico giallorosso, rispondendo alle domande dei giornalisti presenti nella sala stampa dello stadio "Vigorito", ha introdotto il match che attende domani il suo Benevento contro la Virtus Entella partendo dalle condizioni di Volta, unico assente (insieme al lungodegente Schiattarella) nell'elenco dei convocati:

 

«Volta ha un'infiammazione all'osso, ha stretto i denti ma insieme allo staff abbiamo deciso di fermarlo perché è inutile che si allena un giorno e poi è costretto a stare fermo dopo. Speriamo di riaverlo al meglio dopo la sosta, fra 15 giorni.

 

L'Entella mi piace, è una squadra tosta, molto ben organizzata e ben allenata, con giocatori importanti per la categoria, in primis il trequartista (Schenetti, ndr). Sarà una partita tosta come sempre, lo vediamo dai risultati anche di oggi col Cosenza che ha fermato il Frosinone. La Serie B è questa, se non sei sul pezzo rischi di perdere anche contro l'ultima in classifica anche se per me adesso la classifica conta poco. Noi dobbiamo mantenere questa solidità cercando di migliorare partita dopo partita e restando squadra. Le insidie sono dietro l'angolo, dobbiamo restare svegli. Lo dico spesso, ma mai come domani abbiamo bisogno dell'aiuto della gente. Questo è un pubblico che fa la differenza. Ho notato che su alcuni giocatori si è un po' prevenuti, lasciamoli stare e prendetevela con me perché chi sbaglia sono io.

 

Secondo me martedì la squadra ha fatto bene ed è stata compatta al di là del cambi. Per me non esiste turnover, mando in campo di volta in volta chi sta meglio. Lo stato di forma dei ragazzi mi lascia tranquillo, domani mattina deciderò chi andrà in campo e chi entrerà in seguito per aiutarci. Insigne e Kragl insieme? Possono coesistere, e probabilmente lo faranno domani. Kragl a Pordenone ha dato un'ottima risposta ma non avevo dubbi. Era una partita da vincere ma il calcio è anche questo, quando esci dal campo col rammarico di non aver vinto vuol dire che stai facendo bene. Sono contento della crescita che sta avendo la squadra, vorrei fare un altro grande risultato domani per chiudere un ciclo. Dobbiamo far sì che il fattore campo pesi.

 

Io non guardo troppo gli altri, posso fare i complimenti ma guardo a casa mia, so di avere una squadra tosta. Se pensassimo che ci sono partite semplici faremmo un grosso errore, ma abbiamo capito che noi possiamo indirizzarle con le nostre armi.

 

Coda? Per il rinnovo bisogna parlare con la società, ma credo che rimarrà perché è un punto di riferimento, per me è un grande giocatore. Gli ho detto che uno come lui non può giocare in Serie B, per qualità tecniche e fisiche. Da lui ci aspettiamo tanto, sta facendo bene, ogni partita ha occasioni, se le crea e lotta. Ha un potenziale di crescita incredibile e cercherò di metterlo nelle migliori condizioni per farlo rendere al meglio.

 

Non mi monto la testa, ogni partita è un esame. Tutti saranno pronti a bacchettarci quando le cose non andranno bene. 

 

Problema palle inattive? Abbiamo una struttura di squadra importante, dobbiamo migliorare l'attenzione perché una formazione che vuole vincere il campionato non può prendere gol come successo con il Pordenone. Stiamo lavorando per migliorare questo aspetto».

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com