Benevento, i numeri del primato

06.10.2019

 

Tre punti pesantissimi, confezionati dall'asse inedita Tuia-Tello e giunti quasi sul gong di una partita complicata e non certo memorabile, contro un avversario impaurito dalla classifica deficitaria che è stato attento innanzitutto a non prenderle, ma che ha visto sul prato del “Picco” un Benevento "brutto, sporco e cattivo": una caratteristica che probabilmente non soddisferà appieno quei tifosi dai palati più fini, ma che in un campionato difficile e livellato come la Serie B alla lunga può fare davvero la differenza e consentire di mettere tanto fieno in cascina. Tre punti, peraltro, che compensano quelli non arrivati domenica scorsa contro l'Entella, in un match, quello sì, dominato dagli uomini di Inzaghi.

 

Sono però soprattutto due i dati che balzano all'occhio nel day after del colpo a La Spezia e che certificano il primato in classifica - momentaneamente in solitaria, in attesa dell'impegno di stasera dell'Ascoli - dei giallorossi, ieri nuovamente vestiti d'azzurro:

1) la squadra di SuperPippo, grazie alla contemporanea sconfitta dell'Empoli maturata ieri sul campo sempre più ostico della matricola terribile Pordenone - e quanto inizia a pesare, allora, quel punto ottenuto nell'infrasettimanale dello scorso 24 settembre contro i neroverdi? -, è rimasta l'unica compagine del campionato con la casella "zero" alla voce "sconfitte", ovvero ancora imbattuta (4 vittorie e 3 pareggi in 7 gare);

2) il Benevento è inoltre attualmente la miglior difesa del torneo: soltanto 3 i gol subiti con già quattro clean sheet (porta inviolata), segno di una nuova solidità e compattezza di squadra che si riflette nella tenuta difensiva e che forse, rispetto alla passata stagione, è finora la vera arma in più della Strega. Merito di Inzaghi, certamente, tecnico pragmatico e da sempre attento in modo particolare agli equilibri del collettivo, ma merito anche di alcuni giocatori del pacchetto arretrato che quest'anno hanno finora esponenzialmente alzato il livello delle proprie prestazioni (leggasi i terzini) e di un Montipò che sembra aver ritrovato la necessaria fiducia.

 

I numeri, insomma, danno ragione al Benevento e confermano la bontà del percorso fin qui svolto che ha portato alla vetta della classifica. Adesso c'è la sosta, quanto mai propizia per ricaricare le batterie dopo un tour de force che ha visto la Strega disputare cinque partite in appena diciannove giorni: alla ripresa al “Vigorito” arriverà il Perugia trascinato dagli ex Di Chiara, Buonaiuto e soprattutto Iemmello, per il primo di una serie di scontri al vertice che contribuiranno a delineare ulteriormente il quadro di un campionato quanto mai avvincente e nel quale i giallorossi sono già assoluti protagonisti.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com