Kragl: «Qui per essere protagonista e andare in Serie A. Ho trovato un grande gruppo»

08.10.2019

 

 

Ospite insieme a sua moglie, la showgirl Alessia Macari, del salotto televisivo di OttoChannel, Oliver Kragl ha parlato del momento positivo della squadra reduce dalla vittoria di La Spezia che ha permesso la conquista del primato in classifica e di questi primi mesi della sua nuova avventura in maglia giallorossa. In sintesi, alcune delle dichiarazioni rilasciate ieri sera ad OttoGol dal numero 7 del Benevento: 

 

«Stare in vetta alla classifica, vedere il nostro nome lassù è la cosa più bella che c'è. Con l'Entella la settimana precedente abbiamo fatto la partita migliore del campionato, a La Spezia invece non siamo stati belli ma siamo andati per vincere e alla fine abbiamo portato i tre punti a casa, quei punti persi nel turno precedente. Non abbiamo giocato come sappiamo, abbiamo faticato su un campo più stretto, ma ciò che contava era vincere e ci siamo riusciti».

 

Non è la prima volta che i giallorossi risolvono una gara nei minuti finali: «Anche il mister ci dice sempre di avere 95 minuti a disposizione, sappiamo di essere una squadra forte e possiamo vincere le partite anche alla fine». 

 

Sul suo processo di integrazione nel nuovo spogliatoio: «Ho trovato un gruppo perfetto, con un grande capitano come Maggio che aiuta tanto i nuovi giocatori. Mi hanno aiutato fin da subito a sentirmi parte integrante di questo gruppo».

 

È una Strega "grandi firme" e con gente che ha tanta esperienza anche in massima serie: «Siamo un gruppo composto da tanti nomi importanti, sappiamo di essere forti ma ciò che conta è mostrarlo in campo come squadra nei 90 minuti delle partite. Non possiamo vincerle tutte, ma sarà importante avere continuità per restare in alto». 

 

Dopo averlo spesso punito in passato con le sue celebri punizioni, in estate Kragl ha sposato la causa del Benevento. Sulla scelta il tedesco svela: «Il Ds Foggia mi ha chiamato e mi ha detto di conoscere il mio modo di giocare e di volermi a Benevento. Ho avuto altre chiamate, alcune anche dalla A, ma ho scelto Benevento per essere protagonista. Ho parlato anche col mister e mi ha convinto il discorso, sono venuto qua per vincere il campionato e andare in Serie A. La mia posizione in campo? Posso giocare in più ruoli, alla fine gioco dove vuole il mister. Ovvio che vorrei sempre stare in campo ma qui siamo in tanti ad essere forti e la concorrenza è uno stimolo».

 

Infine, qualche aspetto della sua vita privata: «A Benevento io e mia moglie stiamo bene, è un ambiente tranquillo. Abbiamo trovato una bella casa e questo per noi è importante. Quando sono a casa non parlo quasi mai di calcio e ne guardo pochissimo in tv, preferisco rilassarmi e giocare alla PlayStation. Come ho conosciuto Alessia? Quando ero al Frosinone mi sono procurato il suo numero e le ho scritto diverse volte per un anno, poi ha ceduto...».

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com