Benevento all'esame degli “ex”: quanti incroci dopo la sosta

10.10.2019

 

 

Non si può certo dire che il computer della Lega di Serie B, nell'elaborare ad agosto il calendario del torneo cadetto, anche grazie ai sempre imprevedibili intrecci estivi di calciomercato non si sia divertito nel disseminare di ostacoli il cammino in campionato del Benevento, concentrando in poche e ravvicinate giornate una serie di incroci suggestivi tra la Strega e diversi suoi (più o meno) freschi “ex”: alcuni amatissimi e tuttora celebrati avendo lasciato un segno indelebile all'ombra della Dormiente, altri mai rimpianti ed ormai indifferenti, altri ancora poco sopportati (a voler essere buoni). 

 

Alla ripresa del campionato, dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali, al “Vigorito” arriverà l'ambizioso Perugia guidato da Oddo con gli ex giallorossi Pietro Iemmello, Gianluca Di Chiara e Cristian Buonaiuto: molto atteso, in particolare, sarà il ritorno nel Sannio dell'attuale capocannoniere del torneo, ancora di proprietà del Benevento ma mai amato dai tifosi della Strega nonostante lo storico gol segnato contro il Milan a San Siro nell'annata in Serie A, e con un rapporto ormai irrimediabilmente compromesso con la piazza dopo il dito medio rivolto al settore ospiti durante l'ultima sfida a Foggia dello scorso febbraio. Per lo “Zar”, che in Umbria sembra stia vivendo una rinascita dopo due stagioni difficili, l'accoglienza del pubblico sannita non sarà certamente di quelle amichevoli. 

 

La settimana successiva, sabato 26 ottobre, il Benevento sarà invece di scena allo stadio “Adriatico” di Pescara dove ritroverà altre tre vecchie conoscenze. Per Gennaro Scognamiglio e Ledian Memushaj una stagione a testa nel Sannio (nel 2014/15 in Serie C il difensore, nel 2017/18 in Serie A il centrocampista), in entrambi i casi senza lasciare molte tracce positive, anzi: del centrale di Gragnano si ricorda soprattutto la gomitata con conseguente rigore causato nel derby di Salerno del 2015 che valeva un pezzo di B, per l'albanese un rapporto complicato sia con De Zerbi che con la piazza di Benevento nell'esperienza tutta da dimenticare in massima serie. Diverso il caso di Alessandro Bruno: lui, beneventano purosangue del Rione Libertà, in giallorosso è cresciuto e con la Strega ha esordito giovanissimo tra i professionisti prima di un lungo girovagare per lo Stivale, ma nella memoria di molti sono rimaste antiche polemiche nate ai tempi della sua militanza nella Nocerina con relativa vittoria del campionato in un duello proprio contro il Benevento nel 2010/11.

 

Un salto in avanti di soli quattro giorni, ed ecco il pomeriggio amarcord da vivere il 30 ottobre al “Vigorito” contro la Cremonese del neo-tecnico Marco Baroni (appena subentrato a Rastelli) e di Fabio Ceravolo. I due non hanno certo bisogno di superflue presentazioni da queste parti, a riempire ulteriormente l'incrocio di significati basterà ricordare che per entrambi sarà la prima volta che ritroveranno il Benevento da avversari a distanza di tre stagioni da quella magica ed inaspettata cavalcata che condusse la Strega in Serie A. 

 

Un altro che, nel modo più pazzo che ci potesse essere, la sua firma l'ha apposta in maniera indelebile nella storia del Benevento Calcio è Alberto Brignoli: il portiere, autore del celebre gol al Milan al 95' che due anni fa regalò ai giallorossi il primo storico punto in Serie A, tornerà nuovamente da avversario al “Vigorito” - dopo averlo già violato lo scorso aprile con la maglia del Palermo, anche grazie ad una sua notevole prestazione - nella notturna di domenica 3 novembre, stavolta difendendo la porta dell'Empoli. In Toscana, lo ha voluto fortemente il nuovo allenatore degli azzurri Cristian Bucchi: il giudizio sul suo operato sulla panchina della Strega nella passata stagione ha diviso la piazza ed è tuttora oggetto di discussione, quel che è certo è che per il tecnico marchigiano non potrà essere una partita come tutte le altre e sarà anche interessante constatare che tipo di accoglienza gli riserverà il pubblico di Benevento. Ancora, nell'Empoli c'è anche Filippo Bandinelli - che rientrerà da una squalifica di tre giornate giusto in tempo per la sfida ai giallorossi - altro pupillo di Bucchi e reduce dalla stagione di alti e bassi vissuta nel Sannio. 

 

Il cerchio si chiuderà infine col turno successivo del 9 novembre, quando la Strega incrocerà sulla sua strada altri due ex che a Benevento invece hanno lasciato un ricordo così dolce al punto da rientrare nella ristretta cerchia di coloro che vengono definiti “immortali”: si tratta di Fabrizio Melara e Karamoko Cissé, protagonisti entrambi dell'incredibile doppia scalata dalla Serie C alla A ed attualmente in forza alla Juve Stabia, club col quale dopo un avvio di torneo complicato stanno provando a risalire la china per costruire una difficile salvezza. 

 

Storie di ex, intrecci e incroci suggestivi che accenderanno partite già di per sé attesissime in una fase in cui il campionato entrerà nel vivo: non c'è dubbio, nel prossimo mese ci sarà da divertirsi. 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - 
Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com