Spazio, e i 18 astronauti nella (ri) conquista della luna – Corriere.it

Spazio, e i 18 astronauti nella (ri) conquista della luna – Corriere.it

Vedremo i loro volti nell’orizzonte grigio della luna. I loro nomi sono stati letti dal vicepresidente Mike Pence a Cape Canaveral in Historic Place, che è il museo dell’hangar dove uno dei grandi razzi Saturn 5 rimasti dal satellite Apollo ha avuto exploit in passato. E così, la NASA ha scelto i primi diciotto astronauti a volare sulle sabbie di Selena con il programma Artemis annunciato da Trump a dicembre di tre anni fa. Incontrato donne. Quattro di loro non sono mai volati nello spazio, ma alcuni, nel frattempo, riceveranno presto un battesimo cosmico su una speciale navicella spaziale. L’ultima volta che a Houston gli eroi furono dichiarati verso la meta desiderata fu nel 1967. Ora riprendiamo la strada deserta con entusiasmo e con poca retorica, traditi dalle parole di Pence: vi presento gli eroi del futuro che arriveranno sulla luna e oltre.

Selezione

La scelta è stata fatta tra i 47 attuali astronauti in servizio. Solo cinque hanno partecipato alla cerimonia, per evitare il rischio di contagio, mentre altri due, Victor Glover e Kate Robbins, hanno ricevuto notizie sulla stazione spaziale in cui si trovano. Tra gli astronauti ci sono volti noti come Jessica Meir e Christina Koch, che furono le eroine della prima marcia spaziale femminile. Christina detiene anche il record femminile in orbita con 328 giorni sulla Stazione Spaziale Internazionale. Nicole Mann e Jasmin Moqbeli sono entrambi ingegneri di volo e piloti collaudatori marini, e Stephanie Wilson ha pilotato la navetta tre volte. Jessica Watkins è una geologa marziana che lavora con la sonda Curiosity sul pianeta rosso. Kayla Barron, 33 anni, è la più giovane dell’intero gruppo, ingegnere nucleare e ufficiale sottomarino. Infine, la veterana Ann McLean, che è anche ingegnere e ufficiale dell’esercito.

READ  Scopri nuovi segnali radio dalle più lontane gamme di spazio e tempo

Test

A loro si uniranno quei primi astronauti lunari che sceglieremo il prossimo anno – come identificato da Jim Bridenstein, amministratore della NASA – e altri dai paesi che collaborano con noi al programma Artemis. Il primo test di un grande missile SLS è previsto il prossimo anno con la nuova capsula Orion che volerà intorno alla luna senza uomini a bordo. I primi astronauti effettueranno sempre il primo volo attorno alla Luna nel 2023 mentre l’anno successivo una donna e un uomo dovranno atterrare, salvo il ritardo che potrebbe decidere il nuovo presidente, Joe Biden.

10 dicembre 2020 (modifica il 10 dicembre 2020 | 21:32)

© Riproduzione riservata

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega