Giro Ditalia, Tappa Venti: Il Grande Distacco, Il Gruppo Controllato | Diretto

Giro Ditalia, Tappa Venti: Il Grande Distacco, Il Gruppo Controllato |  Diretto

Un piccolo villaggio alpino con un’altitudine di oltre 3.500 metri, a 190 km da Alba a Sestriere. Altro confronto in salita tra i big prima della prova di Milano

14:15 – 60 km fino alla fine

Ad Astana era rimasto un solo uomo a capo del plotone della Maglia Rosa. Poi saranno gli Ineos Grenadiers, già schierati, a subentrare in gara.

14.09 – 65 km alla fine

Tornano Demir, Viviani e Simolai. Il gruppo di testa era nuovamente formato da 21 moschettieri.

13.59 – 69 km alla fine

Oggi la maglia rosa di Kilderman dovrà difendersi dagli attacchi di Ineos Grenadiers, in particolare Tao Geojejan Hart, arrivato terzo in classifica, a soli 15 pollici dall’olandese Sun Webb. Sentiamo David Cassani, capo della nazionale di ciclismo.

13.52 – 71 km alla fine

Sembra che i grandi nomi vogliano mantenere la gara chiusa. Sia la fascia che il battistrada sono in salita, ma la prima salita al Sestriere inizierà a Pragelato, quando saranno circa 63 km per giungere alla fine. Intanto, tra i 21 latitanti, inizia il processo di selezione e arrivano Viviani, Demari e Simolai.

13:45 – 75 km fino alla fine

Il gruppo della Maglia Rosa è composto da 5’30 “da una squadra di 21 fuggitivi. Astana guida un buon passo con il capitano della Danimarca Fuglsang.

13.38 – 78 al traguardo

5’54 “Vantaggio di fuga quando ci sono 78 chilometri attraverso la strada e la strada inizia a salire. Questi sono i 21 leader: David Ballerini, Dane Mikel Honoré e belga Peter Serry (Deckonink-Kwik Step), Andrea Vendram della Francia Geoffrey Bouchard (Ag2r La Mondiale) , Lo sloveno Jan Tratnik (Bahrain-Merida), Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF-Faizanè), il polacco Camille Maliki (CCC), Iliya Viviani (Kovidis), l’estone Tanil Kanger (EF), e il francese Arnaud Demar e il connazionale Simon Güllilmi (Groupama-FDJ) ), David Simolai (Israel Start-Up Nation), il britannico Matthew Holmes (Lotto Soudal), l’americano Brandon McNulty (Emirati Arabi Uniti), David Villela, lo spagnolo Ayner Augusto Rubio (Movistar), gli eritrei Amanuel Gabrizapier e Matteo Sobrero (NTT) e il francese Julianard E Nicolas Kunsi (Trek-Segafredo).

READ  Treviso rinchiude Snyman per unirsi ai Leicester Tigers

Funzione 13.26 – 6’22 “

84 km alla fine, i 21 attaccanti hanno un margine di 6’22 “sul gruppo maglia rosa. 46,7 km / h media gara Queste le parole di Matteo Fabro (Bora-Hansgrohe) prima del via.

13.09 – 94 alla fine

6’58 “di vantaggio su 21 conduttori ai 94 km tagliati. Astana Vogelsang si è portata in testa nel girone con maglia rosa da tirare. Panini per i big in zona mista, protagonista maglia rosa Wilko Kilderman e compagno di squadra Jay Hindley (secondo in classifica generale 12”).

Ore 13.05 – McNulty

Tra gli attaccanti, il migliore assoluto in classifica è stato l’americano Brandon McNulty, 14 a 33’12 ”. Queste le parole del tecnico della Nazionale David Cassani su Jiro Vincenzo Nepal.

13.00 – gruppo

In testa al gruppo frenetico c’è l’Astana di Jakob Vogelsang e due McLaren guidate dal Bilbao, entrambi potenziali campioni della salita di oggi. Queste le parole pronunciate da Robin Guerrero in maglia blu prima della partenza.

12.53 – 103 al traguardo

7’14 “Vantaggio di 21 Runaway quando 103 chilometri per arrivare al traguardo. Operazioni di arrampicata si avvicinano, oggi tre GPM in una tappa sopra i 3.500 metri.

12.48 – Attaccanti

L’elenco completo dei 21 leader: David Ballerini, Dane Mikel Honoré e il belga Peter Serry (Deckonink Kwikstep), Andrea Vendram e il francese Jeffrey Bouchard (Ag2r La Mondiale), lo sloveno Jan Tratnik (Bahrain-Merida), Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF-Faizanè) Il polacco Kamil Malecki (CCC), Elia Viviani (Cofidis), l’estone Tanel Kangert (EF), il francese Arnaud Démare e Citizen Simon Guglielmi (Groupama-FDJ), Davide Cimolai (Israel Start-Up Nation), il britannico Matthew Holmes (Lotto Soudal), L’americano Brandon McNulty (Emirati Arabi Uniti), David Villela, lo spagnolo Ayner Augusto Rubio (Movistar), l’eritreo Amanuel Gebregsapier, Matteo Sobrero (NTT), i francesi Julian Bernard e Nicolas Consi (Trek Segafredo). Al traguardo di Saluzo, il primo a riuscirci è stato Arnaud Demari, in maglia ciclamino contro Ballerini e Vendrami. Ormai è certo che il francese resterà in testa alla classifica a punti fino alla fine del giroscopio.

READ  Alexis Sanchez è ora una perfetta alternativa alla caccia al titolo dell'Inter, media italiani

12.43 – 21 in fuga

A 111 km dalla fine, sono 21 i corridori in gara con un vantaggio di 7’07 sul gruppo maglia rosa.

Pioggia e polemiche

La diciannovesima tappa della 103a edizione della Pink Race è stata segnata da polemiche, in quanto la pista si è ridotta a causa delle proteste dei corridori, preoccupati per il maltempo. Cerny esulta al traguardo di AstiMentre la classifica generale è rimasta invariata, Kilderman è rimasto in testa 12 “davanti a Hendley e 15” su Geogigan Hart. I grandi nomi misureranno l’energia rimasta sulle altezze del penultimo segmento prima dell’ultima esperienza temporale.

un sentiero

Tappa alpina con un’altitudine di oltre 3.500 metri e 190 km. La tappa Alba-Sestriere è stata modificata cancellando Agnello, Izoard e Monginevro, invece ci sarà la tripla salita al Sestriere. Dopo una fase di avvicinamento da Alba a Pinerolo, inizia a Sestriere la lunghissima salita pedalabile del primo passo (GPM Classe II, non si riesce a superare il traguardo). Discesa a Cesana Torinese per andare a Sestriere via Sauze di Cesana. Quindi tagliamo il traguardo, categoria 1 GPM. Nuova discesa su Cesana Torinese per un secondo giro di anello e salita al Sestriere (sempre GPM Classe 1).

Sono un grande

Wilko Kilderman (Sun Webb) è primo in classifica generale, con il compagno di squadra Jay Hindley a 12 “e Tao Geojejan Hart (Ineos) a 15”. I primi italiani sono Vincenzo Nepali, ottavo a 5’47 “.

Riscopri i personaggi e le tappe epiche della Corsa Rosa Con le prime pagine storiche della Gazzetta dello Sport.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega