“Juventus-Napoli, ha ragione De Laurentiis per quattro ragioni”

“Juventus-Napoli, ha ragione De Laurentiis per quattro ragioni”

Roma – “La tesi difensiva del Napoli? In fondo sono quattro le sentenze che, a mio avviso, sembrano opportune a minare la decisione del giudice sportivo: il Napoli non ha deciso autonomamente di non recarsi a Torino, c’erano quattro sentenze di ASL Napoli 1 e Napoli 2, più sabato sera alle 18.25 dal presidente del Consiglio in La Regione Campania ha esplicitamente affermato che la quarantena nelle abitazioni dei calciatori va intesa senza detrattori“Ha dichiarato il mio avvocato NapoliE il Mattia Grasani, Su CalcioNapoli24 TV.

Napoli, avvocato de Laurentiis

Parole napoletane di Grassani

L’avvocato del club azzurro ha spiegato:Il secondo aspetto: solo alle 14.13 il Napoli ha chiarito il quadro che non gli ha permesso di partire? No, era già chiaro da sabato sera: il discorso ripeteva i requisiti già fissati sabato pomeriggio dalla Asl, e il Napoli alle 14.13 non sapeva per la prima volta di non poter viaggiare. Il terzo aspetto non lo accettiamo: se il segnale di partenza arriva alle 14.13, il Napoli non potrà organizzare una trasferta a Torino per la partita delle 20.45. Ci sono le dichiarazioni di Alitalia, in tre ore il charter era pronto alle 17.30: il volo sarebbe durato un’ora e 15 minuti, alle 18.45 saremmo arrivati, e ci sono 18 chilometri dall’aeroporto allo stadio. Saremmo arrivati ​​alle 19:15 e avremmo potuto chiedere all’arbitro 45 minuti di attesa. Avremmo potuto prendere la piazza direttamente alle 21.29 “.

Grasani: “Forza maggiore”

Grassani Poi ha aggiunto:Il quarto elemento: la causa di forza maggiore. Il Napoli si è comportato in modo illogico e contraddittorio che non è stato documentato da un giudice sportivo. Dopo aver annullato il portello che avrebbe dovuto portarli a Capodichino nelle ore 18.45-19, è emerso che il Napoli si era chiamato e non aveva intenzione di affrontare l’andata. C’erano già le procedure del sabato, non solo quelle della domenica alle 14:13. Abbiamo discusso per un’ora e mezza con la Corte d’Appello sportiva, il caso Juventus-Napoli è un caso pilota: dal 4 ottobre ad oggi molta acqua è passata sotto i ponti, e la scelta del Napoli non è stata né arbitraria né unilaterale, ma ce n’è bisogno. Tante poi le ASL seguite questo mese: sono 24 le partite che si sono mosse senza infliggere 0-3 sul tavolo“.



Ristrutturazione del Napoli, Gattuso entro fine anno

READ  Cordella: "Balotelli vuole venire da noi, l'attuale dirigenza ci trattiene. Zinga? L'anno prossimo ..."

Avvocato Napoli: “fiducia”

C’è fiducia: Juventus – Napoli È stata l’unica partita così decisa, e l’unica a produrre cinque provvedimenti della Sanità e delle autorità provinciali tra sabato sera e domenica pomeriggio, impedendo al Napoli di partire. Il club ha chiesto due volte un rinvio perché non poteva partire, solo alle 19.43 di domenica il campionato ha rifiutato. Peccato perché tutti gli altri tornei di 24 partite, di cui 5 in sovrapposizione con il Napoli, hanno programmato una riprogrammazione 0-3 del match up. La Corte d’Appello Sportiva ha chiarito che per la delicatezza delle problematiche affrontate, non solo il dispositivo verrà scaricato durante la giornata, ma il dispositivo e le cause insieme. Ci auguriamo che gli argomenti che ho fatto io e l’introduzione che ha sconvolto gli arbitri del presidente de Laurentiis portino a una decisione che, come ha detto il presidente, tiene conto non della politica ma solo delle regole e del diritto dello sport. Il presidente ha detto che è una brutta pagina per lo sport che speriamo venga valutato, che le partite si giocano sul campo e non si vincono sul tavolo. Sentimenti? Andrebbe, però, che anche se il Napoli avesse ragione, sarebbe vittima di comportamenti personali rispetto ad altri club. Nel caso in cui la decisione venisse confermata, il Napoli non si arrenderà e andrà sicuramente al CONI e forse il terzo verbale di valutazione: questa affermazione contraddice completamente il caso blindato, ed è suffragata da azioni in nome della salute a cui tutti abbiamo diritto, a cominciare tra tutti i giocatori del Napoli incontrati“.

Grassani su De Laurentiis

L’avvocato Grasani ha parlato anche di un possibile risarcimento Napoli: “Non è possibile giocare una partita di calcio al di fuori delle leggi del paese. Danno al Napoli, risarcimento? È troppo presto per parlarne adesso, ma è a disposizione del presidente De Laurentiis. Al momento c’è una valutazione a stelle, dal punto di vista della competitività c’è una partita semi-campo che è un attacco alla credibilità del torneo. A meno che non siano concessi e incentivati ​​rinvii, il torneo deve essere assistito da tutte le squadre che hanno lo stesso numero di partite giocate in campo.. Infine, in De Laurentiis: “Il futuro da avvocato? Il presidente è il primo difensore dalla parte del Napoli, per tutto questo tempo è stato in contatto con me e conosce il fascicolo e le procedure su ogni riga delle centinaia di pagine che lo compongono: è un grande onore essere al tuo fianco quando impari a combattere una battaglia appare la verità dei giusti“.



L’avvocato De Laurentiis: cosa ha detto in difesa del Napoli

READ  Solo la supremazia ritarda la conferma di Chu - Report

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega