L’isola di Niue potrebbe avanzare di 23 ore

L'isola di Niue potrebbe avanzare di 23 ore

L’isola di Niue – uno stato insulare nell’Oceano Pacifico – sta valutando la possibilità di cambiare il proprio fuso orario, facendolo avanzare di 23 ore. La proposta è stata avanzata dal parlamentare di opposizione Terry Coe per facilitare viaggi e rapporti con la Nuova Zelanda: i due Paesi sono geograficamente vicini, hanno rapporti continui ma sono separati da 23 ore di fuso orario, che complica la vita ai turisti e ai lavoratori che si spostano tra le due isole. La proposta è stata respinta dal Parlamento, ma il primo ministro Dalton Tagelagi ha detto in un’intervista al Custode che il governo vuole “tenerlo in vita” per il futuro: “Ci stiamo lavorando. Il governo sta affrontando la questione, parlando con le compagnie aeree e altri paesi per capire cosa cambierebbe. “

Niue si trova nell’Oceano Pacifico meridionale tra Tonga, Samoa e Isole Cook. Ha una superficie di circa 260 chilometri quadrati e meno di 2000 abitanti. Sebbene indipendente, è governata in “libera associazione” con la Nuova Zelanda: le decisioni politiche interne sono prese in modo autonomo, ma la Nuova Zelanda si occupa della difesa dell’isola e degli affari esteri. La costituzione del paese, adottata nel 1974, stabilisce anche che i residenti di Niue abbiano anche la cittadinanza neozelandese.

La foresta pluviale, le barriere coralline e molte specie di pesci costituiscono la sua più grande ricchezza e attirano i turisti che venire principalmente dall’Australia e dalla Nuova Zelanda. L’economia è basata principalmente sul turismo, ma l’isola sopravvive principalmente grazie al Aiuto della Nuova Zelanda. A causa delle limitate opportunità disponibili, la maggior parte delle persone Niue si è trasferita in Nuova Zelanda o va a lavorare lì, viaggiando avanti e indietro. Da Niue ad Auckland ci vogliono circa 3,5 ore in aereo, ma a seconda di dove stai andando si finisce 23 ore avanti o indietro, il che crea molta confusione per i turisti durante il viaggio attraversi la linea della data internazionale. .

READ  Profugo etiope, simbolo dell'integrazione in Italia, ucciso nella fattoria | Notizie sull'Etiopia

– Leggi anche: Le Isole Vanuatu resistono alla vendita di passaporti

La linea della data internazionale è una linea immaginaria che si trova esattamente di fronte al meridiano di Greenwich (il meridiano da cui contare ore e fusi orari) ed è stata introdotta nel 1884 da un accordo internazionale in Conferenza Internazionale Meridian. Convenzionalmente divide l’oggi dal domani: se lo attraversi ad est, devi sottrarre un giorno, se lo attraversi ad ovest, lo devi invece aggiungere.

Nessun trattato ufficiale fissa il corso esatto della linea: segue in gran parte il meridiano di 180 ° che passa quasi interamente al centro dell’Oceano Pacifico. I pochi paesi attraversati dalla linea della data sono liberi di scegliere unilateralmente la data da seguire, cambiando così la direzione della linea immaginaria. Come ha spiegato David Mumford, chi è responsabile della pubblicazione degli atlanti Collins, “il paese decide da solo. Si tratta quindi solo di farlo conoscere, di informare la comunità internazionale e i cartografi ”. Parlando di come la linea è cambiata, ha detto: “Stiamo tenendo gli occhi aperti per eventuali modifiche del fuso orario proposte. Una volta deciso, aggiorniamo i nostri atlanti ”.

Un problema di fuso orario simile ha colpito anche altre isole della regione e ha portato a problemi finanziari ed economici: ad esempio, quando era venerdì a Samoa in Australia e Nuova Zelanda, era già sabato, festa nazionale. Nel 2011, il Primo Ministro dell’isola di Samoa, Tuilaepa Sailele Malielegaoi, sottolineando che “più del 90% delle persone di Samoa vive in Nuova Zelanda e Australia”, aveva deciso di spostare la linea di cambiamento internazionale verso ad est della loro isola, adattando così il fuso orario dell’isola di Samoa a quello della Nuova Zelanda. La mossa, secondo il premier, è avvenuta senza grossi problemi. Lo stesso è accaduto a Tokelau, che ha voluto adeguarsi al fuso orario dei paesi con cui avevano legami commerciali più importanti, come Nuova Zelanda, Australia e Cina, e per farlo hanno saltato un giorno. Per cambiare il fuso orario, le due isole hanno perso un giorno.

READ  Follia ai supplementari: l'Estonia conclude la corsa perfetta dell'Italia - Qualificazioni FIBA ​​EuroBasket 2022

– Leggi anche: Scrivere “SOS” sulla spiaggia aiuta

Dalton Tagelagi, eletto nel giugno 2020 Primo ministro dell’isola di Niue, si è detto favorevole alla possibilità di cambiare il fuso orario della propria isola, a condizione di “soppesarne i vantaggi e le difficoltà”. Terry Coe, il legislatore che ha presentato la proposta, sostiene che mantenere il fuso orario così com’è complica l’equilibrio tra lavoro e vita privata per chi ha i genitori in Nuova Zelanda e non aiuta. ore di lavoro. Nonostante il premier sia favorevole all’iniziativa, non c’è ancora accordo nel parlamento di Niue, quindi per ora l’isola non cambierà fuso orario.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega