Milan Background nel caso Ibra: tutti hanno vinto con l’esenzione fiscale ma devono restare in Italia fino al 2022 | prima pagina

Milan Background nel caso Ibra: tutti hanno vinto con l’esenzione fiscale ma devono restare in Italia fino al 2022 |  prima pagina

Zlatani Ibrahimovic ha recuperato, è tornato ad allenarsi e nella gara di ritorno odierna contro la Primavera ha segnato anche un gol e un assist che ha dimostrato a tutti che in vista del derby può tornare a essere un fattore. E la convinzione che anche 3 mesi fa la sua presenza non solo contro l’Inter, ma anche nel Milan, fosse qualcosa di incerto. Poi è arrivato anche il tanto atteso rinnovo, grazie a strani dettagli contrattuali.

Nell’azienda – Zlatan Ibrahimovic, infatti, ha a lungo negoziato con il Milan e con Mino Raiola dalla sua parte ha lavorato per ottenere Ogni centesimo dei sei milioni netti all’anno Richiesta di rinnovo alla società rossonera. Alla fine l’annuncio fatto dal club il 31 agosto 2020 del Rinnovo del contratto fino al 30 giugno 2021. Cosa ha poi spinto i rossoneri a rinunciare all’intero importo netto richiesto? La risposta è contenuta nell’ormai famoso decreto crescita.

Dichiarazioni fiscali – Milano H Ibrahimovic Hanno già sottolineato Un accordo che le due parti hanno chiamato “win win” o “win win”. Ibra mantiene un patrimonio netto di 6 milioni netti, mentre il Milan mantiene attaccante e centrato sulla squadra spingendo L’importo totale non è di 12 milioni, è solo di 9 milioni. Tutto grazie all’esenzione fiscale concessa con il Decreto Crescita che consente a chi porta dall’estero la residenza fiscale in Italia di dimezzare l’importo da versare al fisco.

Al Qaeda – Si segnala però che nel testo del decreto crescita anche questo è specificato La residenza fiscale deve essere mantenuta sul suolo italiano per almeno due anni Può anche essere inteso come retrospettivo. Tuttavia, Ibra ha firmato un contratto di un anno con il Milan e ha anche aggiunto 6 mesi del primo accordo che si è ufficialmente concluso il 30 giugno e poi è stato prorogato fino alla fine della scorsa stagione, Al 30 giugno 2021, Ibrahimovi manterrà la sua residenza fiscale in Italia solo per 18 mesi, non per 24 mesi. In che modo il Milan ha beneficiato del decreto crescita?

READ  "Questo dannato virus mi ha preso una gamba. Avrei preferito morire."

Sfondo – men effettivamente tecnicamenteNon è il club rossonero a beneficiarne, ma sono stati il ​​giocatore e Ibra a impegnarsi al Milan per mantenere la residenza fiscale in Italia fino a gennaio 2022. In caso contrario, lo Stato può chiedere al giocatore di risarcire i mancati pagamenti, ma nulla sarà dovuto (salvo accordi particolari tra le parti) per il Milan. Ed è per questo che, alla fine, tutti vincono davvero.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega