Theo Hernandez al 92 ° minuto tiene il diavolo al top

Theo Hernandez al 92 ° minuto tiene il diavolo al top

Il Milan è inarrestabile: resta l’unica squadra ancora imbattuta e mantiene il primo posto in Serie A con 34 punti, rispondendo subito ai cugini dell’Inter arrivati ​​a quota 33 poco prima. Contro la Lazio finisce 3-2 una partita intensa, decisa dal colpo di testa del fenomenale Theo Hernandez al 92 ‘. Il suo gol vincente arriva dopo i gol di Rebic, Calhanoglu su rigore, Luis Alberto e Immobile. In 16 minuti il ​​Milan è andato 2-0 con i due attaccanti che dovevano ancora segnare in campionato. Al 27 ‘arriva il gol del centrocampista biancoceleste sugli sviluppi di a rigore parato da Donnarumma a Immobile, che poi firma il momentaneo pareggio al 59 ‘. La squadra di Pioli è imbattuta da 26 partite consecutive, con 19 vittorie e 7 pareggi. La Lazio offre prestazioni di livello, ispirato al suo numero 10, che non basta a fermare la capolista e soprattutto non aggiunge punti ai 21 collezionati in precedenza.

La Lazio si addormenta sulla più bella: la festa del Milan all'ultimo minuto!

Guarda la gallery

La Lazio si addormenta sulla più bella: la festa del Milan all’ultimo minuto!

Due rigori e tre gol nei primi 45 minuti

La prima azione pericolosa del match è rossonera: al 5 ‘ Kalulu taglia tutto palla al piede e serve Rebic, che rilascia il tiro Calhanoglu, ma il turco manca il bersaglio. Radu lo imita tre minuti dopo, con poca fortuna. Al 10 ‘, invece, su assist di 10 Calhanoglu su corner, Rebic, ignorato da Marusic, tranne solo e mark con un’intestazione precisa l’obiettivo 1-0. Il difensore ospite cerca subito di fare ammenda, ma il suo tiro sul secondo palo dà solo un brivido. A 14 ‘ Patric Il tiro di Rebic con la faccia replica dalla propria zona, l’arbitro assegna un rigore al Milan, tra le polemiche della squadra ospite che crede di essere stato premiato per un fallo di mano inesistente. la penalità è assegnata per l’iscrizione frazionata del difensore. Calhanoglu realizza così il raddoppio rossonero: è 2-0. Al 23 ‘, sugli sviluppi di un corner per la Lazio, Correa cade in zona dopo aver calpestato Kalulu: Di Bello viene richiamato dal Var, rivede l’azione, ammonisce poi lo scatenato Simone Inzaghi pareggiare il punteggio del rigore: Fermo dal punto orienta l’inquadratura a destra di Donnarumma, il portiere con un lampo riesce a respingere il pallone, ma lo solleva al centro dell’area, dove salta Luis Alberto, che accorcia le distanze della testa e segni 2-1. Il tecnico della Lazio è costretto al primo cambio di gioco al 32 ‘, quando se ne accorge Correa non riesce proprio a tenere il passo subito dopo il colpo: al suo posto all’interno del kosovaro Muriqi. Al 40 ‘ Theo Hernandez seminare il panico in mezzo al campo, Escalante lo stende e diventa il primo cartellino giallo della partita. Proprio sopra di lui scivola subito a casaccio dopo Krunic: altro cartellino giallo per il centrocmapista rossonero e, per le manifestazioni, anche a Pioli. Al 42 ‘Luis Albereto prova ancora a sorprendere Donnarumma, questa volta direttamente da corner, ma il portiere smanaccia. Nei quattro minuti di recupero a disposizione, un solo rigore per la Lazio è da denunciare, ma rovinano l’occasione e tornano negli spogliatoi svantaggiati.

Immobile spara, ma Theo Hernandez decide

Un cambio nella ripresa: Inzaghi chiama Escalante e manda in zona Cataldi. Prima azione pericolosa del Milan dalla ripresa al 48 ‘, Romagnoli manca di rete l’incontro con il centro di Calhanoglu. Le squadre si allungano e le opportunità si riducono da entrambe le parti. Il migliore però conduce 2-2 e Ciro Immobile vince al 59 ‘, che riscatta il rigore parato beffando Donnarumma con un bel tiro al volo. Di Bello sventola un cartellino giallo Luis Alberto cinque minuti dopo per un intervento da dietro sulla Calabria; Pioli intanto cambia Salemaekers con Castillejo. Luis Alberto ispira quasi tutte le azioni della Lazio, che è vicina al terzo gol ma subisce un pericoloso contropiede. Al 73 ‘Inzaghi effettua un doppio cambio a sorpresa: in Akpa-Akpro e Pereira per Milinkovic e Immobile. Theo Hernandez riceve un cartellino giallo al 78 ‘, seguito da Akpa-Akpro e Muriqi. Doppia chance per Rebic in due minuti: all’86 ‘trova Reina in vena di miracoli e all’87’, in ottima posizione, tocca il palo alla sinistra del portiere ospite. Nel frattempo turbine di cambiamenti: fuori Patric, Leao, Calabria e Castillejo per Hoedt, Hauge, Dalot e Maldini. Sembra finita, ma a 92 ‘ Calhanoglu prende l’angolo per trovare la testa di Theo Hernandez, dimenticato da Luis Alberto: il Il colpo di testa dell’esterno rossonero sorprende Reina e fissa il risultato sul 3-2 per un altro vittoria pesante per il Milan.

Milan-Lazio 3-2: cronaca e statistiche

Milan tra tifosi e fumogeni allo stadio, Leao sale sul palco

Guarda il video

Milan tra tifosi e fumogeni allo stadio, Leao sale sul palco

READ  Due morti mentre un tornado devasta l'isola italiana di Pantelleria | Italia

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega