Boeing sta ancora studiando i problemi delle valvole Starliner, senza una data di lancio in vista

Boeing sta ancora studiando i problemi delle valvole Starliner, senza una data di lancio in vista
Un'immagine della navicella spaziale Starliner di Boeing.
Ingrandisci / Primo piano di una capsula Boeing CST-100 Starliner, attaccata a una camera bianca, sopra il massiccio veicolo di lancio Atlas V all’SLC-41 di Cape Canaveral.

Trevor Mahelman

Sono trascorse quasi sei settimane da quando Boeing ha dichiarato che avrebbe separato il veicolo spaziale Starliner dal razzo Atlas V e riportato il velivolo alla sua fabbrica per risolvere i problemi delle valvole “a un livello più profondo”.

Martedì, il capo delle operazioni di volo spaziale umano della NASA, Kathy Lueders, ha affermato che squadre di ingegneri e tecnici della Boeing e della NASA stanno continuando a valutare il problema con le micce appiccicose. “Penso che il team stia facendo grandi progressi nell’ulteriore risoluzione dei problemi”, ha detto.

Poche ore prima del lancio, Boeing è stata costretta a ripulire il tanto atteso volo di prova senza equipaggio della sua navicella spaziale Starliner all’inizio di agosto dopo che 13 valvole malfunzionavano che controllavano il flusso di un ossidante al tetrossido di diazoto attraverso il modulo di servizio della navicella. Ci sono 24 valvole ossidanti nel sistema di propulsione, che è fondamentale per i viaggi nello spazio e per il lancio di fughe di emergenza. Durante le indagini sulla rampa di lancio, i tecnici sono riusciti ad aprire alcune valvole, ma non tutte.

Dal ritorno dello Starliner all’equipaggio commerciale della Boeing e alla struttura di movimentazione delle merci in Florida, gli ingegneri sono stati in grado di raccogliere dati sul lato “secco” delle valvole, ma potrebbe essere necessario rimuovere le valvole dal veicolo spaziale per valutare il lato “bagnato”. , ha detto Lueders. Questo sarà un processo ingombrante.

READ  Questo è ciò che accade al veicolo spaziale quando rientra nell'atmosfera terrestre

Ha detto che Boeing e la NASA raggiungeranno un punto di decisione nelle “prossime settimane”, quando decideranno se rimuovere le valvole dal modulo di servizio per ulteriori studi. In tal caso, Boeing ritirerà probabilmente un modulo di servizio destinato a un futuro volo con equipaggio e lo utilizzerà nella missione Orbital Flight Test-2 senza equipaggio.

Una nuova data per questa missione OFT-2 deve ancora essere fissata e Lueders ha indicato che potrebbe non essere programmata a breve. Ha suggerito che la missione sarebbe probabilmente terminata fino al 2022. “La mia impressione è che sia probabile che sia l’anno prossimo, ma stiamo ancora lavorando su quel programma”, ha detto.

Oltre ad affrontare il problema della valvola, il volo di prova deve anche trovare il tempo in cui la porta di attracco è disponibile sulla Stazione Spaziale Internazionale. Secondo i programmi interni della NASA, quest’anno ci sono due opportunità di questo tipo: l’intero mese di ottobre e dal 12 novembre al 1 dicembre. Tuttavia, sembra improbabile che lo Starliner o il suo razzo Atlas V saranno pronti per uno di questi lanci. finestre.

Poiché la missione speciale dell’Axiom alla stazione spaziale a bordo della Crew Dragon è stata ritardata fino alla fine di febbraio, c’è anche la disponibilità per Starliner di volare verso la stazione spaziale dal 3 gennaio al 22 febbraio del prossimo anno. Questo sembra essere lo scenario migliore per il volo di prova in questo momento.

Boeing Riproduci questo volo di prova orbitale A proprie spese sulla scia della missione Starliner senza equipaggio di dicembre 2019 che ha vacillato a causa di problemi software. Dopo un volo di prova senza equipaggio riuscito, lo Starliner potrebbe far volare gli astronauti della NASA più tardi nel 2022.

READ  Scopri nuovi segnali radio dalle più lontane gamme di spazio e tempo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega