Come è stato restaurato professionalmente un murale italiano di 583 anni

Come è stato restaurato professionalmente un murale italiano di 583 anni
  • Andrea Sozzi Sabatini è l’amministratore delegato di Etrurio, azienda olearia in Toscana.
  • Andrea ci guida come l’attivista per la conservazione, Marco, ha restaurato un murale di 583 anni la pittura.
  • Ciò include il riempimento di crepe nel muro per renderlo resistente, la rimozione della malta che è stata messa sul pannello nel corso degli anni e la riverniciatura Affrescare Con pigmenti naturali.

Ecco una copia esatta di video.

cassiere: Mi chiamo Andrea Sozzi Sabatini e sono CEO e fondatore di Etrurio. È un’azienda agricola che mira a produrre olio d’oliva di alta qualità in Toscana. Oggi ti illustrerò come Marco ha restaurato questo bellissimo murale di 583 anni.

Il primo lavoro che dobbiamo fare è cementare i muri. La prima cosa è davvero prendere le pietre instabili, rimuoverle, unire ciò che c’è sotto e rimettere a posto le pietre. In questo grande murale ci sono crepe qua e là, quindi il passo successivo è cementarle. Le crepe sono indurite con resina e resina speciale. Il passo successivo ora è rimuovere lo stucco che è stato dipinto su stucco negli ultimi secoli. Per fare questo, il restauratore Marco deve avere un bisturi antico e rimuovere ogni punta e taglio di quella superficie monumentale. Ed è un lavoro molto delicato, perché se non stai abbastanza attento ovviamente puoi danneggiare il murale stesso.

Ora che la malta è stata rimossa, possiamo applicare carta giapponese imbevuta di acqua e carbonato di ammonio. Questo è un processo molto delicato. Il motivo per cui lo facciamo è perché grazie alla carta giapponese, tutto lo sporco e tutti i componenti esterni si allontanano dai dipinti murali. È un processo che può durare fino a sei mesi.

READ  La coppia di Tampa è tornata in attività dopo aver aiutato i clienti a sostituire un furgone della pizza rubato

Dopo tutto il lavoro, come puoi vedere, il murale si rivela. Alcuni colori sono luminosi ora. Per fortuna quello che c’era sotto l’intonaco è ancora per lo più presente. In realtà stiamo applicando di nuovo la carta giapponese imbevuta di un prodotto diverso, l’idrossido di carbonato. E questa è una parte molto importante del murale Recupero, Poiché fissa il murale stesso.

Annunci


Ora che tutti questi processi sono stati completati, Marco può iniziare la seconda fase del restauro. Come puoi vedere, ci sono molte lacune nel murale, perché parte della vernice è sbiadita e parte è persa. Avrebbe usato un pennello molto piccolo e una tintura naturale, come era usata nel XV secolo.

C’era un’autorità italiana su questo affresco. Non ci è permesso entrare Italia Dipingere tutto ciò che non è presente. L’intero processo di restauro ha richiesto molto tempo. Ci sono voluti 18 mesi. Siamo così orgogliosi di non aver perso quest’opera d’arte in Toscana.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega