Osiris Rex: Come avviene l’atterraggio su Bennu

Osiris Rex: Come avviene l’atterraggio su Bennu

qualunque cosa Abbiamo saputo di Benno Pallido di fronte alle informazioni che avremo quando potremo analizzare alcune parti in laboratorio. Questo è il motivo per cui il 20 ottobre 2020, la sonda spaziale Osiris Rex della NASA tenterà una manovra di “scontro e fuga” per campionare la polvere e le rocce degli asteroidi come migliore rappresentazione possibile della materia. Quello doveva essere il sistema solare 5 miliardi di anni fa, Durante la formazione planetaria.

La manovra, che durerebbe complessivamente 4 ore e mezza, sarebbe una delle più difficili in assoluto da tentare a così grande distanza (Bennu si trova attualmente a più di 321 milioni di chilometri dalla Terra). Nella centrale operativa è presente un braccio robotico denominato TAGSAM (Meccanismo di acquisizione dei campioni touch-and-go), Un’asta lunga oltre 3 metri e una piastra di raccolta all’estremità, rispetto a molti aspirapolvere in senso contrario.

Come funziona TAGSAM. Una volta raggiunto vicino alla superficie, TAGSAM emetterà un getto di azoto sul terreno per sollevare tutte le particelle di spessore inferiore a 2 cm per poi immergersi in questa nuvola per raccoglierle. Al termine dell’operazione, la sonda rimarrà nell’orbita di Benno per un altro anno, e dovrà tornare sulla Terra con un prezioso dono extraterrestre il 24 settembre 2023.

Il sito di raccolta è una superficie di 15 metri di larghezza e ben conservata all’interno di un cratere chiamato Nightingale. Si tratta di un’area sicura ma ancora disseminata di grandi massi, che TAGSAM cercherà di evitare sulla base del feedback continuo delle sue telecamere ottiche di navigazione, e non perlomeno del LIDAR (rilevamento a distanza basato su laser) comunemente utilizzato dalle sonde. Poiché c’è un ritardo di 18 minuti nelle comunicazioni tra Bennu e la Terra, è essenziale che questi sistemi funzionino in modo indipendente.

READ  Tesla spaventa gli acquirenti: Roadster rimossa dalla lista

Scendi in dettaglio. Nelle ultime settimane OSIRIS-REx ha eseguito test pubblici delle prime due manovre di sequenza di campionamento. Le operazioni inizieranno separando il veicolo spaziale dalla sua orbita sicura a una distanza di 770 metri dalla superficie di Bennu; Dopo un atterraggio controllato per circa 4 ore, verrà eseguito un cosiddetto “checkpoint” a 125 metri dal suolo, manovra che permette al satellite di poter regolare autonomamente posizione e velocità prima di scendere su Nightingale. Dopo altri 11 minuti di atterraggio, a 54 metri, la sonda effettuerà un’altra manovra (“match point”) per rallentare il suo funzionamento e sincronizzarsi con la rotazione di Benno prima del contatto.

Quindi, sarà il momento dell’atterraggio finale, che culminerà in un calo di meno di 16 secondi quando verrà rilasciata una delle tre cariche di azoto fornite. Dopo aver raccolto il campione, la sonda avvierà i motori per tornare a una distanza di sicurezza dall’asteroide. L’obiettivo è raccogliere almeno 60 grammi di polvere: sapremo nelle prossime settimane se ci riusciremo, perché il peso di qualcosa su Bennu, pari a uno su un milione di gravità terrestre, non è così semplice.

Scorta di sicurezza. C’è una probabilità del 30% che Osiris Rex non raccolga abbastanza materiale: questo è lo scopo delle altre due bottiglie di azoto. Tuttavia, per un eventuale secondo tentativo, se ne parlerà nuovamente a gennaio, e in un’altra località a Benno, non è stato disturbato dalle manovre precedenti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega