“Penso che vedremo i tweet”: come potrebbe essere la biblioteca presidenziale di Trump

“Penso che vedremo i tweet”: come potrebbe essere la biblioteca presidenziale di Trump

TORONTO – Sebbene il presidente degli Stati Uniti Donald Trump non abbia espresso pubblicamente interesse a creare una biblioteca presidenziale, è normale che i past presidenti costruiscano il proprio museo documentando la loro eredità.

Per Trump, la biblioteca offrirebbe la possibilità di creare una versione personalizzata di come vuole che i suoi quattro anni alla Casa Bianca siano ricordati.

Paul Musgrave, assistente professore di scienze politiche presso l’Università del Massachusetts ad Amherst, ha detto a CTV News che crede che un museo sarebbe un’opportunità “perfetta” per Trump.

“Per qualcuno come Donald Trump, è una piattaforma perfetta, un modo perfetto per raccogliere fondi”, ha detto Musgrave.

“È un ragazzo che ha una base di fan, e penso che sarà in grado di sfruttarlo per trasformare l’ex presidenza, proprio come ha trasformato la presidenza stessa”.

Alcuni articoli inclusi in ex biblioteche presidenziali includere documenti, fotografie, libri e altri cimeli presidenziali.

Nella biblioteca del presidente Lyndon B. Johnson sono esposte illustrazioni originali del Lorax del dottor Seuss, date personalmente al presidente dallo stesso Seuss. Nella biblioteca del presidente Dwight Eisenhower è in mostra la sceneggiatura del suo ultimo discorso alla nazione nel 1961.

Se un museo dovesse essere costruito per Trump, probabilmente esporrebbe manufatti simili o avrebbe un negozio di souvenir, basato su biblioteche precedenti.

Musgrave si aspetta che Trump si basi sulla sua presenza sui social media.

“Penso che vedremo i tweet. Penso che vedremo Snapchat. Penso che vedremo Instagram. Penso che vedremo una famiglia di influencer”, ha detto Musgraves.

Se ne venisse costruito uno, Trump seguirebbe una tradizione sin dal trentaduesimo presidente, Franklin D. Roosevelt.

READ  La Namibia, politico eletto Adolf Hitler, combatte l'apartheid

Quattordici ex presidenti degli Stati Uniti hanno fondato a loro nome biblioteche o musei, che commemorano i loro documenti ufficiali e altre mostre. A differenza di altre biblioteche presidenziali, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è l’unico presidente con una libreria completamente digitale, mentre i suoi registri presidenziali sono conservati in un luogo fuori sede.

Poiché i musei presidenziali sono in genere costruiti nel luogo di nascita del presidente, quello di Trump potrebbe essere costruito nello Stato di New York.

Tuttavia, non tutti i documenti presidenziali sono immediatamente disponibili. Ogni libreria segue leggi e regolamenti che regolano specificamente quando e come determinati materiali sono resi disponibili.

Anche alcune biblioteche presidenziali sono state ampiamente criticate, come il presidente Richard Nixon, che ha costruito una biblioteca con gli sforzi per ripristinare la sua immagine mentre minimizzava lo scandalo Watergate.

I presidenti non hanno l’obbligo di istituire biblioteche e, se lo fanno, devono essere finanziati privatamente e soggetti a rigide normative federali.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega