Ancora la prima squadra del Milan

Ancora la prima squadra del Milan

Guardando il derby di sabato, girovagando per le strade di Milano (sempre con indosso una maschera), ho notato l’enorme ottimismo dei tifosi milanisti. E un po ‘di ansia da parte dell’Inter. Lo stesso discorso era in corso SocialeChe di solito è la prova dei sostenitori italiani. laggiù. I nerazzurri, invece, salteranno quasi metà della squadra. Questo non è un modo per dirlo. Mentre l’assenza dovuta al coronavirus rossonero – non vogliono Duarte e l’assente – non poteva certo essere minimamente paragonata alle scissioni Panimata. Non va dimenticato – e questo non è un dettaglio da poco – che Bioli aveva a disposizione in questa stazione diversi giocatori in squadra. A differenza di Conte che si è ritrovato pochi giorni fa con solo 4 effettivi Appiano Gentile. Oltre a questo – e questo è un dato oggettivo – perché il Milan giocava a porte chiuse fortissimo. Quasi al ritmo dello scudetto. La stagione è iniziata come dovrebbe, con la sola vittoria del campionato e la qualificazione, seppur rischiando uno storico inganno, dalle qualificazioni all’Europa League. Inter a – 2 in classifica. Crea molto ma non è così sarcastico come potrebbe sembrare. Dietro il ballo e sicuramente il potenziale trio D’Ambrosio-De Vrij-Kolarov non sono le stesse parti.

Quindi tutto nero per il Biscione? Non dirò affatto. Per ora giriamo l’altra faccia della medaglia e proviamo a leggere e interpretare le statistiche ei risultati. I nerazzurri saranno sicuramente assenti da giocatori importanti. E questa volta non ci sarà un posto molto lungo con 3/4/5 seniores seduti accanto al tecnico del Salento all’inizio della partita. Ma una formazione di tutto rispetto rimarrà in campo. Competitivo, che di certo non ha nulla a che fare con l’invidia dei concorrenti, anzi. Quindi, invece di piangere su cosa avrebbe potuto essere e cosa non lo era, bisogna accontentarsi della squadra disponibile. È anche vero che l’allenamento con tutto il gruppo è importante, anzi fondamentale, soprattutto nel calcio moderno dove ogni dettaglio può fare la differenza. Ma anche in questo contesto, ci sono alcuni dettagli che possono essere scaricati per i giocatori PanimataPraticamente tutti sono stati decisivi con le loro nazionali. Barrilla è stato il migliore in campo contro l’Olanda, Lukaku è salito a 43 gol in 44 partite con il Belgio, Lautaro ha portato l’Argentina ad una vittoria in Bolivia che mancava da 15 anni e Sanchez è entrato nella storia del Cile come capocannoniere del torneo. Il loro paese (con Vidal il solito leader), De Vrij ha cancellato Dzeko e Immobile, mentre Eriksen ha segnato tre gol in diverse partite con la Danimarca.

READ  Juventus: Alex Sandro salterà per un mese, ma il cartellino De Ligt può cambiare la difesa prima pagina

Cosa pensi che significhi? Per me la risposta è semplice e chiara. Questi sono giocatori potenti. Alcuni lo hanno già dimostrato in passato e altri hanno iniziato a farlo. Esatto, all’Inter non hanno ancora vinto niente. Per essere considerati campioni al 100%, e non solo ottimi atleti, dovranno necessariamente alzare al cielo qualche trofeo con la maglia nerazzurra. Ma le basi ora sono lì e non ha senso nasconderle. E se fossi Antonio Conte, lo direi ai miei ragazzi prima del derby. “Rispetta il Milan. Sono in un meraviglioso momento di forma e mente. Se pensi di essere entrato in campo e di aver già vinto 4 schiaffi nell’ultima partita, allora dovremo affrontare uno stupido. Ma al contrario, se ti concentri al 100% sulla partita, lotti su ogni pallone e con la voglia di dimostrare ancora una volta le tue qualità, lascerai San Siro con il sorriso sulle labbra “.

L’Inter è più forte del Milan. Anche durante una pandemia e anche senza più organi. E dalle difficoltà possono sorgere opportunità. Come Eriksen, che sicuramente troverà il tempo durante la gara. La scorsa stagione è stato un cross, ora il danese è accusato e sono sicuro che potrebbe incidere sulla partita. Come Lukaku, quello che i critici chiamavano il paracarro, che oggi è il vero re del Milan senza termini e condizioni. Poi ovviamente a Derby può succedere di tutto, ma è vero in ogni partita. Quindi i nerazzurri dimostrano al mondo che sono ancora la prima squadra del Milan.

Video – Evento di oggi – 15/10/1997: Il fenomeno è all’estremo: la folle trilogia di Ronaldo Biakenza

READ  Andy Farrell conferma la squadra irlandese di rugby per la settimana del Campionato Sei Nazioni in Italia

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega