L’attentato di oggi in Francia, dove è arrivato (di nuovo) lo scontro diretto con i terroristi islamici – Corriere.it

L’attentato di oggi in Francia, dove è arrivato (di nuovo) lo scontro diretto con i terroristi islamici – Corriere.it

All’inizio di settembre a Parigi è stato aperto l’operazione per ogni Attacco a Charlie Hebdo il 7 gennaio 2015, Con conseguenti morti 12. Al processo decisero i sopravvissuti Ripubblica le vignette su Maometto All’origine di quel massacro c’è il riaffermare il diritto alla libertà di espressione e alla blasfemia garantite dalla legge francese.

La nuova attenzione su Charlie Hebdo ha portato al bombardamento di un immigrato pakistano Due ragazzi sono stati colpiti da un machete davanti ai vecchi uffici della redazione, Poi con orrore di Conflans Saint-Honorine: il 16 ottobre, un rifugiato ceceno di 18 anni ha aspettato in contatto con i jihadisti siriani dopo aver lasciato la scuola media Samuel Patti, professore di storia e geografia, E gli ha mozzato la testa. Il terrorista islamico voleva punirlo perché l’insegnante l’ha fatto Una lezione di libertà di espressioneCome da programma, mostra alcune vignette su Charlie Hebdo.

Il 21 ottobre, nell’ambito del Prof. Un omaggio alla SorbonaMacron ha promesso al professore assassinato che la Francia avrebbe continuato il suo lavoro senza rinunciare alla libertà di espressione e ai cartoni animati.

Il presidente turco, impegnato in una serie di comizi, vuole essere un leader La protesta del mondo islamico contro la Francia Quello difende la laicità. Invece di condannare la decapitazione del professore, Erdogan condanna Macron Che rende omaggio all’insegnante.

Poi ci sono le difficoltà interne di Erdogan, indebolite dalla crisi economica e una rivoluzione culturale verso l’islam politico che non prende il volo. Poi il leader turco finge di essere il difensore della ummah, la comunità dei credenti musulmani in ogni paese. Infine, forse il disaccordo meno ovvio ma non meno significativo è questo Moschee francesi controllate da Ankara.

Dopo ritardi ed esitazioni nella prima parte del suo mandato, il presidente francese ha deciso di prendere la parola La questione del separatismo islamicoO meglio, il tentativo dei musulmani radicali di imporre i propri valori, i valori del Corano, ai principi della Repubblica. Un progetto di legge, che sarà presentato all’inizio di dicembre, mira a garantire un ruolo centrale alla scuola, che è obbligatorio per tutti a partire dai tre anni, senza possibilità di imparare a casa o nelle scuole coraniche.

READ  Trump apre l'ufficio di Palm Beach "per continuare l'agenda" e questa volta non sarà cancellato

E un altro punto importante è la fine di ciò che Macron chiama Islam consolareÈ un dato di fatto che molte moschee francesi sono finanziate e gestite da potenze straniere: 151 imam sono ora pagati dalla Turchia (la maggior parte dei quali funzionari turchi), 120 dall’Algeria e 20 dal Marocco. Macron vuole allontanare un Islam nazionale dall’influenza straniera. Erdogan non lo tollera, motivo per cui l’ha scatenato Guerra di parole Contro il presidente francese.

29 ottobre 2020 (modifica il 29 ottobre 2020 | 13:28)

© Riproduzione riservata

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega